Continua la incisiva attività di “lobbying” della CCIU: lunedì 11 giugno 2018 il Presidente CCIU Francesco Mari e il Vicepresidente Alessandro Balli hanno incontrato il Presidente di NÉBIH Dottor Márton Oravecz ed i suoi principali collaboratori responsabili dei settori Controlli, Sicurezza, Formazione e Ristorazione. L’incontro era finalizzato a gettare le basi per un’importante collaborazione tra le due Istituzioni; il fine è quello di facilitare la comunicazione e soprattutto l’informazione tra il NÉBIH e tutta la importante filiera agroalimentare italiana presente in Ungheria. Il suggerimento della CCIU, pienamente accolto dal Presidente del NÉBIH, è stato quello di investire sulla prevenzione in modo da costruire un rapporto più proattivo con i produttori, i distributori e i ristoratori.

Da sx a destra: Márton Oravecz (Presidente di NÉBIH) e Francesco Mari (Presidente CCIU)

Durante il lungo incontro si sono messe a punto le iniziative che potranno essere realizzate insieme e in particolare: una riunione tra i vertici del NÉBIH ed alcuni rappresentanti del sistema agroalimentare italiano soci della Camera di Commercio, una conferenza di natura tecnica dedicata alla illustrazione delle normative nei diversi settori, la presenza con un vero proprio stand NÉBIH ad alcune fiere e molte altre occasioni d’incontro. Tra queste, la Direzione NÉBIH ha accettato un’ulteriore proposta della CCIU consistente nell’organizzare incontri con i referenti italiani (Direttori Generali ASL) al fine di attivare una sinergia nel comune interesse di isolare situazioni che possano nuocere ai consumatori e all’immagine dei prodotti italiani.

Con grande soddisfazione manifestiamo ai nostri soci il gradimento dimostrato dal NÉBIH di questa iniziativa della Camera di Commercio: insieme per crescere!