Durante le giornate del 25 e 26 gennaio si è svolto il secondo Regional Digital Summit presso l’elegante struttura Bálna Budapest. Un evento ricco di appuntamenti importanti che ha permesso alla CCIU di creare nuovi contatti con il mondo della tecnologia e dell’innovazione.

L’apertura dell’evento è stata segnata dall’intervento del Ministro dell’Economia ungherese Mihály Varga, che ha sottolineato il ruolo della digitalizzazione nel Paese, seguito dal Commissario europeo per l’economia e la società digitali, Mariya Gabriel, che ha evidenziato l’importanza di una cornice legale per la digitalizzazione e la necessità di un codice di comunicazione unico per gli Stati membri, ribadendo l’importanza del ruolo dei cittadini nell’innovazione digitale.

Al centro dell’evento, la nuova frontiera delle telecomunicazioni: il 5G. Il potenziamento dello standard per la comunicazione mobile, infatti, sarà necessario per soddisfare nuove esigenze come l’Internet of Things (IoT), servizi di trasmissione e comunicazioni d’importanza vitale in occasione di disastri naturali.

Erano presenti all’evento aziende leader dell’Industria 4.0, la nuova frontiera della produzione, la quale si caratterizza per la presenza di robot meccanici che svolgono mansioni umane. A tal proposito, la commissaria Gabriel ha fatto notare come nel 2020, il 90% degli impieghi richiederà competenze digitali. Ciononostante, fa riflettere che, oggi, in Ungheria il 50% dei cittadini non utilizzi internet. Durante tutto l’incontro, ha assunto un ruolo centrale la cooperazione tra Stati membri dell’Unione Europea e l’educazione dei cittadini, volta a garantire protezione da qualsiasi rischio derivante dall’innovazione digitale.

Nella seconda giornata dedicata all’evento è stato messo in risalto il concetto di Smart City, apportando come esempi alcune città tedesche, tra cui quella di Darmstadt, dove sono state sviluppate tecniche innovative per facilitare gli spostamenti all’interno della realtà urbanistica. Infine, nel pomeriggio dell’ultima giornata, l’innovazione digitale del settore bancario è stato discusso con degli esperti del settore. Il pubblico è stato coinvolto con alcuni sondaggi sottoposti su internet ai quali gli spettatori potevano comodamente rispondere tramite il proprio smartphone.

La partecipazione a questo evento sottolinea la volontà della CCIU di essere continuamente aggiornata su temi di rilevanza internazionale, come l’innovazione legata a vari settori, quali automotive, fin tech, industria 4.0, big data.

Ringraziamo il Ministero dell’Economia Nazionale per l’invito al Summit e per aver permesso ai nostri soci di aver una CCIU sempre più aggiornata e consapevole degli sviluppi del mondo tecnologico.

La partecipazione CCIU rientra nel più ampio progetto di prendere parte attivamente alle dinamiche economiche ungheresi, le quali si stanno rivelando tra le più efficienti d’Europa. La strutturata presenza CCIU a questo genere di eventi permette di alimentare il già ingente patrimonio di contatti ed informazioni che la Camera può mettere a disposizione dei suoi soci: Insieme per crescere!

Per maggiori informazioni scrivere a marketing@cciu.com.