Giovedì 25 Maggio ha aperto i battenti la terza edizione dell’Italian Festival, manifestazione organizzata dall’Italian Trade Agency con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Ungheria e in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana per l’Ungheria e l’Istituto Italiano di Cultura.

Marco Bulf, Direttore dell’ICE di Budapest, ha inaugurato la conferenza stampa annunciando con orgoglio la presenza di più di 100 realtà Made in Italy e ringraziando tutti gli organizzatori dell’evento.

La conferenza stampa ha previsto gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni che costituisco il Sistema Italia. L’Ambasciatore Massimo Rustico ha riaffermato l’importanza del territorio ungherese per le imprese italiane, enfatizzando il peso della ristorazione italiana nella promozione del Made in Italy in Ungheria attraverso l’impegno dimostrato nell’utilizzo di prodotti italiani. S.E. ha ribadito inoltre la completa disponibilità dell’Agenzia ICE, Ambasciata e CCIU agli imprenditori italiani che desiderano investire in Ungheria.

Gian Luca Borghese, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura ha presentato i programmi organizzati dall’Istituto in occasione del festival. Molti degli eventi organizzati sono dedicati all’incontro tra cultura e imprenditoria e sono stati pensati per dare visibilità al patrimonio culturale e imprenditoriale italiano.

Francesco Maria Mari, Segretario Generale della CCIU, ha presentato le iniziative e gli eventi pianificati dalla Camera:

– 5 Giugno: “Come nasce la mozzarella: Dimostrazione live!” presso Platan Etterem, dalle ore 17:00 alle ore 19:00.
– 8 Giugno: “I segreti del piatto italiano più conosciuto al mondo: la pizza!” presso Gustolato, dalle ore 18:00 alle ore 21:00.
– 12 Giugno: Cerimonia di consegna dell’attestato “Ospitalità Italiana” al Caffè GianMario, dalle ore 18:00 alle ore 21:00.
– 15 Giungo: “Dal Made in Italy al Made in with Italy – Workshop tra le Camere di Commercio ungheresi ed i rappresentanti dell’imprenditoria italiana” presso la CCIU, alle ore 14:30.
Piatto tricolore: i tre ristoranti che partecipano all’iniziativa propongono diversi piatti che riprendono i colori della bandiera italiana per tutta la durata del Festival.

Il Segretario Generale della CCIU ha ribadito l’impegno della Camera nei confronti degli imprenditori italiani che investono in Ungheria con l’obiettivo di accelerare e promuovere i rapporti economici tra Italia e Ungheria.

A seguito della conferenza stampa il Festival è entrato nel vivo con la prima edizione di “Italian Wine & Food Day”.

Protagonisti principali dell’evento sono state 32 aziende del settore enogastronomico, di cui 5 ungheresi e 27 italiane. Tra le imprese italiane alcune sono già presenti nel territorio ungherese, altre stanno lavorando per ampliare il proprio mercato anche in Ungheria.

L’inaugurazione dell’Italian Festival ha concesso ai presenti di poter gustare prodotti di aziende che hanno come priorità quella di vendere prodotti di qualità e origine italiana. Tra i prodotti proposti: vino, birra, gelato, caffè, pizza, affettati, creme di tartufo, pasta, tortelli, grappe e liquori artigianali di ottima qualità.

Nel corso degli incontri B2B si sono alternati gli eventi a tema alimentare. Gianni Annoni ha presentato la ristorazione italiana in Ungheria; il Delegato dell’Accademia Italiana di Cucina, Alberto Tibaldi, ha proposto una retrospettiva sulla pasta e le sue tradizioni; l’imprenditore italiano Bez Noè ha approfondito la tematica del gelato italiano e Miklos Kallay, professore dell’Università Szent István, si è soffermato sull’enologia e il vino italiano in Ungheria.

Il programma e gli incontri previsti nel corso dell’intero festival possono essere consultati sul sito dedicato all’evento: http://www.italianfestival.eu/index.php?lang=hu.

Potete essere aggiornati sugli eventi organizzati dalla CCIU sulla pagina Facebook della Camera e sul calendario presente sul sito web.

CCIU: insieme per crescere!