Martedì 7 marzo 2018 la CCIU ha partecipato alla Giornata Italiana presso la Budapest Business School (BGE), evento organizzato dalla Sezione Italiana del Dipartimento dei Linguaggi Economici.
All’interno di tale Giornata ha avuto luogo l’Italian Job Fair, una delle iniziative appartenenti al progetto CCIU UNIVERSITY PROGRAMME, volto a sviluppare e migliorare le interazioni tra studenti e aziende alla ricerca di nuove risorse da formare al proprio interno: il pay-off della CCIU, “insieme per crescere” incarna perfettamente lo spirito del progetto.

Tale evento è stato sviluppato principalmente in lingua italiana, mentre le presentazioni aziendali si sono svolte in lingua inglese. Ciò ha permesso la partecipazione di un’ampia gamma di studenti, in grado di essere coinvolti nelle varie attività all’ordine del giorno.
Le aziende aderenti all’iniziativa (Prysmian Group, Sofidel Group, EME Hungary e Alberti e Santi) hanno così avuto occasione di presentarsi all’interno dell’Università attraverso presentazioni e allestimento di appositi stand. Presente anche lo stand della CCIU con Federica Floccari, responsabile del progetto.

La Dottoressa Valóczi Marianna, di nuovo protagonista del contributo che la CCIU fornisce in ambito universitario, ha introdotto la Giornata, mentre la Preside Katalin Csekő ha ringraziato l’Italia per i finanziamenti ricevuti, sottolineando l’importanza dei coinvolgere i giovani studenti nel mondo del lavoro.

Il Presidente CCIU Francesco Mari ha affermato l’importanza della determinazione e della capacità di lavorare in team: nell’ambiente lavorativo i giovani hanno infatti l’opportunità di crescere in un mondo diverso dall’università, dove si studiano degli argomenti molto importanti ma in modo teorico e senza “rischi”: in azienda, invece, si affrontano tematiche molto più semplici ma con un “rischio” decisamente maggiore. Con questa premessa, il nostro Presidente ha chiesto la testimonianza di Bartolomeo Valentino, giovane tirocinante in CCIU. Bartolomeo ha così raccontato la propria esperienza: ha qui compreso l’importanza del senso di responsabilità e sacrificio, nonché della capacità di far fronte agli imprevisti (per vedere intervento clicca QUI)

Da sinistra a destra: Federica Floccari (Area Sportello Europa CCIU), Francesco Mari (Presidente CCIU) e Bartolomeo Valentino (Area Marketing e Comunicazione CCIU)

 

Gian Luca Borghese, Addetto Reggente presso l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest, ha presentato il proprio intervento “L’Italiano nel mondo del lavoro: i settori dove conta parlare la lingua di Dante Alighieri e il loro lessico particolare”, attraverso cui è stato possibile capire quanto l’italiano sia una lingua diffusa nel mondo e fondamentale in alcuni settori del mercato. Ha poi accennato un futuro progetto di collaborazione con la CCIU, che consisterà nel creare corsi di italiano per ungheresi lavoratori nel settore della ristorazione (per vedere intervento clicca QUI)

Da sinistra a destra: Francesco Mari (Presidente CCIU), Valóczi Marianna (Vice Dean for International and Scientific Affairs) e Gian Luca Borghese (Addetto Reggente IIC)

È poi seguito il Concorso di presentazione degli studenti, dal titolo “Un innovativo progetto ecologico italiano”, per seguire poi le testimonianze di studenti Erasmus in Ungheria e di una studentessa ungherese in Italia.
Le aziende presenti agli stand hanno poi presentato le proprie aziende in Sala, mostrando agli studenti le numerose opportunità di lavoro e di crescita all’interno delle proprie strutture operanti in Ungheria.

L’evento ha rappresentato un’ottima occasione per gli studenti ungheresi di affacciarsi sul mondo del lavoro e comprendere le numerose opportunità lavorative che alcune tra le aziende protagoniste del panorama ungherese offrono. La CCIU si è impegnerà a portare avanti il progetto a sostegno di giovani e studenti, organizzando ulteriori e numerosi eventi: insieme per crescere!

Per ulteriori informazioni contattare:
eventi@cciu.com
+36 1 485 0200