Il 13 giugno 2017 si è svolta la cerimonia di consegna dell’attestato Ospitalità Italiana al Caffè GianMario; storico locale italiano al centro di Budapest in Bajcsy-Zsilinszky út 35.

La certificazione Ospitalità Italiana é sinonimo di qualità del settore turistico e della ristorazione ed è rilasciata solo dopo una severa analisi che tiene conto di numerosi fattori tra i quali il menù, la qualità del servizio, l’utilizzo di prodotti italiani e l’organizzazione del locale che deve essere adeguata alla qualità italiana.

Tale certificazione riconosciuta al Caffè GianMario premia quindi l’impegno che da tanti anni Giovanni e Mario dedicano alla loro attività e soprattutto la costanza con la quale mantengono elevata la qualità del loro servizio rendendoli dei veri e propri “Ambasciatori del Made in Italy” in Ungheria.

Sono davvero tanti, infatti, gli ungheresi che frequentano questo locale dove si respira vera italianità e grande energia.

Come è stato sottolineato dal Segretario Generale della CCIU, Francesco Maria Mari, i prodotti di qualità sono promossi prevalentemente dai ristoranti come Caffè GianMario trovando ancora grandi difficoltà ad essere distribuiti nella grande distribuzione.

La certificazione di Ospitalità Italiana riconosciuta a questo locale rappresenta quindi il riconoscimento di un lavoro di qualità e contribuisce ogni giorno alla diffusione del Made in Italy.

Per questo motivo tutto il Sistema Italia ha voluto essere presente alla cerimonia: Teresa Testa, in rappresentanza dell’Ambasciata d’Italia per l’Ungheria ha portato i saluti del Dott. Marco Bulf, responsabile dell’ICE/ITA; Gianluca Borghese per l’Istituto Italiano di Cultura e infine Francesco Maria Mari, Segretario Generale della CCIU che è delegata a verificare i requisiti per il riconoscimento di Ospitalità Italiana da parte dell’ISNART.

CCIU: insieme per crescere!