Mercoledì 6 giugno 2018 si è svolto il primo incontro presso la CCIU tra Reka Somssich, vice rettore del dipartimento di Private International Law and European Economic Law dell’Eötvös Loránd University (ELTE), Kinga Beliznai, responsabile tirocini dello stesso dipartimento, e il Presidente della CCIU Francesco Maria Mari.

L’incontro, che si inserisce nel più ampio progetto di collaborazione tra la CCIU e le Università Ungheresi, ha avuto come scopo quello di creare un ponte per agevolare da un lato il reperimento di stagisti e tirocinanti per i soci della CCIU e per la Camera stessa, dall’altro quello di creare delle opportunità di esperienza lavorativa per gli studenti.
La rappresentanza ELTE si sono dichiarati entusiasti alla proposta di collaborazione presentata dalla CCIU, perché il fine dell’Università è quello instaurare rapporti tra studenti e società o studi in ottica di un’assunzione futura. L’accordo riguarderà sia il progetto di ricerca tirocinanti, sia il “CCIU UNIVERSITY PROGRAMME”, il progetto lanciato dalla Camera di Commercio Italiana per l’Ungheria per far fronte alla problematica del “Job Shortage”.

Attualmente la facoltà di legge dell’Università ungherese dispone di 8 studenti al primo anno che studiano italiano applicato all’ambito giuridico. In tutta la facoltà, poi, viene impartito l’insegnamento di diritto comparato. Inoltre, sono presenti studenti che studiano e parlano italiano nell’arco dei vari anni di corso e nei progetti di master interni alla facoltà.

È in corso quindi la formalizzazione di un accordo, il primo di quest’Università con una Camera di Commercio, che porterà grandi benefici all’ELTE, alla CCIU e a tutti i suoi soci.
Insieme per crescere!

Per ulteriori informazioni:

sportello.europa@cciu.com